Cosa c’è da sapere per l’acquisto di una cuffia

Cosa ci guida nell’acquisto di una cuffia? L’estetica o la funzionalità? Meglio tutte e due, no? Allora vediamo di fare un po’ di chiarezza per capire quali caratteristiche deve avere una buona cuffia e guidare all’acquisto anche i profani che di specifiche tecniche sono a digiuno. Cosa vuole sapere un potenziale acquirente di cuffie? Intanto vorrebbe vedere quanti e quali tipi esistono sul mercato per poi decidere quale scegliere. Un desiderio più che legittimo. Le cuffie in commercio sono classificate in classi e categorie diverse, che aiutano a scremare la selezione e a facilitare nell’individuazione della cuffia più giusta. Due delle macro-categorie in cui si suddividono le cuffie in circolazione sono quelle ad archetto e le cuffie ‘in ear’. A loro volta le cuffie ad archetto possono essere sovraurali e circumaurali. Capito? Certo che no!

Ecco, allora, qualche dritta illuminante. Per cuffie ad archetto s’intendono quelle che avvolgono il capo ‘in toto’ proprio grazie alla presenza dell’archetto. Questa conformazione le rende più grandi delle altre e, di conseguenza, anche più pesanti. Sono le tipiche cuffie da gaming, per intenderci. Veniamo ora ad analizzare le cuffie ‘in ear’ da introdurre nell’orecchio come avrà già capito chi mastica un po’ di inglese, sigillandolo con una guarnizione in gomma. Tornando alle cuffie ad archetto ce ne possono essere di più tipi, come dicevamo poc’anzi, ci soffermiamo sulle sovraurali, più leggere e comode da indossare e sulle circumaurali che, invece, sono connotate da dimensioni più grandi per via dei cuscinetti che avvolgono in toto l’orecchio.

Questo, in compenso, serve a percepire meglio il suono che risulta più nitido e naturale all’ascolto. Un’altra distinzione, molto diffusa, è fra cuffie aperte o chiuse in base alle caratteristiche esterne dei padiglioni. Le cuffie aperte lasciano un varco aperto per l’entrata dei rumori dall’esterno, che potrebbero anche disturbare l’audio, le seconde invece sono le tipiche cuffie da isolamento. Queste sono solo alcune delle categorie in cui far rientrare i tipi di cuffie reperibili in commercio che possono essere, ad esempio, anche con o senza fili, queste ultime prerogativa della tecnologia Bluetooth. Per avere un quadro più completo sull’affascinante pianeta ‘cuffie’ si può consultare il sito www.migliorecuffia.it.